Juveforum

"Da oggi, fino alla fine del mondo, noi che siamo qui verremo ricordati.
Noi pochi fortunati, noi banda di fratelli.
Perché colui che oggi è con me e versa il suo sangue sul campo, colui è mio fratello".
Noi non dimenticheremo MAI!!! Sempre 29





Pagine : (4) 1 2 [3] 4   ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi al topicInizia nuovo topic Inizia Sondaggio

> Processo Di Napoli
 
bdc
Inviato il: Sabato, 25-Apr-2009, 02:05
Cita Post


Vecchio Gobbo
******

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 5189
Utente Nr.: 25
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 15-Feb-2009



Finalmente un AVVOCATO che rende onore alla categoria.

A differenza di quelli che sceglieva la proprietà juventina per "difendersi" (si fa per dire) dalla truffa denominata Calciopoli.

Ed ora aspettiamo il 5 maggio ..... data magica!
PMEmail Poster
Top
 
alessandro magno
Inviato il: Sabato, 25-Apr-2009, 10:05
Cita Post


Staff Juveforum
Group Icon

Gruppo: Assistente
Messaggi: 4548
Utente Nr.: 5
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 08-Feb-2009



QUOTE (bdc @ Sabato, 25-Apr-2009, 03:05)
Finalmente un AVVOCATO che rende onore alla categoria.

A differenza di quelli che sceglieva la proprietà juventina per "difendersi" (si fa per dire) dalla truffa denominata Calciopoli.

Ed ora aspettiamo il 5 maggio ..... data magica!

mi hai tolto le parole di bocca :applausi:
PMEmail Poster
Top
 
Luca
Inviato il: Sabato, 25-Apr-2009, 10:17
Cita Post


Staff Juveforum
********

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 12173
Utente Nr.: 1
Nome: Luca Del Prete
Data di Nascita: 07/01/1973
Residenza: Faenza (Ra)
Iscritto il: 07-Feb-2009



sinceramente non mi aspetto più nulla. quello che è stato fatto nessuno potrà cancellarlo più.
ma sono curioso di vedere come andrà a finire
PMEmail PosterMSN
Top
 
angelaG
Inviato il: Sabato, 25-Apr-2009, 12:14
Cita Post


Juventino Fiero
**

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 1556
Utente Nr.: 43
Nome: @ngela
Data di Nascita: 8/1/54
Residenza: Torino
Iscritto il: 16-Feb-2009



CIUMBIA!!! un altro 5 maggio!
Quello che hai trascritto Gabriele mi aiuta a passare una bellissima giornata.

Anche per me son 29 e, anche se la B non ce la leva più nessuno, la restituzione del maltolto e la riabilitazione di Moggi sono già un punto a nostro favore.
Dopo potrebbe anche succedere che il lavoratore Moggi debba essere reintegrato al proprio posto e che tutti i contratti siglati dopo il 2006 non siano validi.
:scompisciarsi: mi sembra che nello statuto dei lavoratori ci sia scritto una cosa simile...

Messaggio modificato da angelaG il Sabato, 25-Apr-2009, 12:19
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
bdc
Inviato il: Domenica, 26-Apr-2009, 14:58
Cita Post


Vecchio Gobbo
******

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 5189
Utente Nr.: 25
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 15-Feb-2009



Si potrebbero cancellare d'ufficio il campionato di serie B.

Si potrebbe riabilitare la figura di Moggi che potrebbe tornare alla Juventus (ovviamente serve un cambio di proprietà che potrebbe essere guidato proprio dallo stesso Moggi).

Analizzando tutti gli aspetti di questo processo si potrebbero trovare altri reati da punire. Ad esempio retrocedere che si avvaleva dei servizi di Tavaroli.
PMEmail Poster
Top
 
antonio_cristiani
Inviato il: Giovedì, 30-Apr-2009, 11:53
Cita Post


Fan Juventino
*

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 2
Utente Nr.: 98
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 07-Mar-2009



QUOTE (bdc @ Domenica, 26-Apr-2009, 14:58)
Si potrebbero cancellare d'ufficio il campionato di serie B.

Si potrebbe riabilitare la figura di Moggi che potrebbe tornare alla Juventus (ovviamente serve un cambio di proprietà che potrebbe essere guidato proprio dallo stesso Moggi).

Analizzando tutti gli aspetti di questo processo si potrebbero trovare altri reati da punire. Ad esempio retrocedere che si avvaleva dei servizi di Tavaroli.

Penso che per questi reati "retrocedere" non sia contemplato; credo che "radiare" sia più azzeccato.
PMEmail Poster
Top
 
bdc
Inviato il: Giovedì, 30-Apr-2009, 15:28
Cita Post


Vecchio Gobbo
******

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 5189
Utente Nr.: 25
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 15-Feb-2009



Pienamente d'accordo sulla necessità di radiare le società che collaboravano con il team di Tavaroli.

Mi ero fatto prendere dal buonismo.
PMEmail Poster
Top
 
gabriele
Inviato il: Giovedì, 30-Apr-2009, 15:51
Cita Post


Esperto Juventino
***

Gruppo: Gufi & Stregoni
Messaggi: 2474
Utente Nr.: 50
Nome: Gabriele Barrasso
Data di Nascita: 15/07/1965
Residenza: Grottaminarda ( AV )
Iscritto il: 16-Feb-2009



Ennesimo esempio di incapacità dei ns pavidi dirigenti
preso dal sito giùlemanidalla juve

Chiusa una porta se ne apre un’altra


Facciamo un riassuntino tanto per capire.

Le accuse: falso in bilancio dal 2001 al 2006, infedeltà patrimoniale, fatture false «per rappresentare una redditività superiore a quella effettiva». Si basano su 13 operazioni di mercato (Mutu, Maresca, Zidane per l’intermediazione di Zavaglia, Miccoli, Brighi, Criscito, Iachini, Beretta, Pederzoli, Volpe, Piccolo, Cingolani e Elyamany). Plus e minusvalenze, per l’accusa.

A novembre 2007, ad Antonio Giraudo, Luciano Moggi e Roberto Bettega (rispettivamente ex amministratore delegato, direttore generale e vicepresidente della Juventus periodo 1994-2006) furono emessi 3 avvisi di garanzia, in relazione all'inchiesta di "doping amministrativo", nata dopo gli accertamenti a tappeto della guardia di finanza su tutte le squadre di serie A. Uno degli aspetti da chiarire furono le cosiddette plusvalenze realizzate sulla compravendita di calciatori. Indagine che non portò al rinvenimento di nulla di eclatante tanto da spingere il pm a chiedere a Cobolli Gigli di fare una denuncia di infedeltà patrimoniale per poter visionare tutti i bilanci dell'era Giraudo-Moggi.

Successivamente alla firma della querela, la società viene chiamata in causa come 'persona giuridica' e, in caso di riconoscimento di responsabilità, potrà essere condannata a una pena pecuniaria. L’Avvocato Zaccone, nel rispetto della tradizione post 2006, ha chiesto, nel corso dell'udienza preliminare, di patteggiare una pena pecunaria. Se il gup Cibinel la accoglierà, il club pagherà una pena che si aggirerà sui 70 mila euro (invece di 500 mila euro di sanzione).

Situazione imbarazzante: senza la firma della querela di parte rilasciata da Cobolli Gigli, il pm non avrebbe potuto procedere nelle indagini che, altrimenti, non sarebbero state possibili. A fronte della richiesta di patteggiamento della società, prosegue invece la battaglia dei tre imputanti.
Ricordiamo inoltre che per la stessa ipotesi di reato, onesTeam, Milan, Roma e Lazio, non hanno subito conseguenze. Società che hanno usufruito del decreto salva calcio per poter spalmare le rispettive perdite su più esercizi che le salvò da una brutta situazione creata proprio con finte plusvalenze.
La Juventus, esempio di gestione ottimale, non solo dal lato sportivo, fu una delle poche società che non usufruì della legge e oggi per assurdo potrebbe essere l'unica a dover pagare.

In data 16 dicembre 2008, l’avvocato Galasso, legale di Antonio Giraudo, a seguito del deposito di perizie di esperti, precisa quanto segue, dalle pagine di Tuttosport: “ .. consulenze di seri e prestigiosi professionisti hanno incenerito le conclusioni delle consulenze conferite dai pm e depositate nel corso delle laboriosissime indagini. Non si riesce dunque a comprendere come a fronte di accuse prive di un minimo di fondamento si possa affermare che “ l’unica via d’uscita sta nel patteggiamento”, frase che ricorda le affermazioni di chi, all’epoca dello scoppio di calciopoli, sosteneva che l’unica via d’uscita per la Juve era richiedere la serie B “

Il 20 aprile scorso, è ripresa a Torino l'udienza preliminare per l'inchiesta sui conti della vecchia gestione della Juventus, con l'audizione del procuratore sportivo Franco Zavaglia. La deposizione dello stesso procuratore (che ha parlato di aspetti legati alle trattative per l'acquisto, la cessione o la valutazione di tre bianconeri, Zidane, Maresca e Miccoli), è stata giudicata "soddisfacente" dai legali degli ex dirigenti, questi ultimi orientati a chiedere il rito abbreviato.

E' notizia di poche ore fa (29/04 ndr) che il processo per i bilanci della vecchia gestione della Juventus si terrà a luglio, con il rito abbreviato. I difensori dei tre imputati (Giraudo, Moggi e Bettega) hanno chiesto il rito alternativo che si tiene a porte chiuse e che, nel caso di condanna, prevede lo sconto di 1/3 della pena.
Ma la deposizione di Zavaglia ha fatto maturare ai legali la possibilità del rito abbreviato che, sempre secondo gli avvocati, permetterà addirittura l'assoluzione piena.

A distanza di tre estati, quella maledetta del 2006, un altro capitolo si sta per chiudere. Favorevolmente. Non entriamo nei particolari del processo, arrivati a questo punto non serve più, quello che deve farci ancora riflettere è come, carte alla mano, la più grande dirigenza sportiva calcistica sia vicina all'assoluzione piena, perché difesa.
Di fronte a questo, apprendiamo che la società Juventus (quella che per le plusvalenze chiese il patteggiamento) ha presentato ricorso d'urgenza all'Alta Corte di Giustizia Sportiva chiedendo la sospensione della decisione relativa alla partita a porte chiuse con il Lecce, in programma il 3 maggio. Per difendere la storia non si mosse un dito, chiudendo anche la porta in faccia a chi, per meriti, quella storia la stava rendendo leggendaria.
Ora, altri, invece, per l'onore stanno per essere assolti, a porte chiuse, mentre quella "difesa", d'urgenza, si batte per una porta da lasciare aperta, dimenticandosi della storia.


PMEmail Poster
Top
 
alessandro magno
Inviato il: Giovedì, 30-Apr-2009, 19:39
Cita Post


Staff Juveforum
Group Icon

Gruppo: Assistente
Messaggi: 4548
Utente Nr.: 5
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 08-Feb-2009



sinceramente non mi aspetto più nulla. quello che è stato fatto nessuno potrà cancellarlo più.
ma sono curioso di vedere come andrà a finire


cito luca
PMEmail Poster
Top
 
Luca
Inviato il: Giovedì, 30-Apr-2009, 19:50
Cita Post


Staff Juveforum
********

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 12173
Utente Nr.: 1
Nome: Luca Del Prete
Data di Nascita: 07/01/1973
Residenza: Faenza (Ra)
Iscritto il: 07-Feb-2009



QUOTE (gabriele @ Giovedì, 30-Apr-2009, 16:51)
Ennesimo esempio di incapacità dei ns pavidi dirigenti
preso dal sito giùlemanidalla juve .......


bè questa mi mancava e ripeto (purtroppo spesso ultimamente) che resto senza parole
PMEmail PosterMSN
Top
 
gabriele
Inviato il: Martedì, 05-Mag-2009, 16:01
Cita Post


Esperto Juventino
***

Gruppo: Gufi & Stregoni
Messaggi: 2474
Utente Nr.: 50
Nome: Gabriele Barrasso
Data di Nascita: 15/07/1965
Residenza: Grottaminarda ( AV )
Iscritto il: 16-Feb-2009



Farsopoli di E. LOFFREDO del 04/05/2009 22.33.13
Processo Calciopoli : la cronaca


Udienza del Tribunale di Napoli del 21 aprile 2009

La giornata per Teresa Casoria e gli altri inizia con la discussione della posizione stralciata di Antonio Dattilo.
Dopo la chiamata delle parti civili e dei responsabili civili (è assente la Juventus), via alle eccezioni e alle istanze di revoca dell’esclusione delle parti civili avvenuta nel filone principale del processo calciopoli.

In questa fase in verità si commistionano i due filoni e inevitabilmente si finisce col dibattere di quanto già deciso nell’udienza del 24 marzo e cioè dell’esclusione delle parti civili appunto.

Si susseguono gli interventi dei difensori. Di spessore l’intervento dell’avvocato Vigoriti dell’Avvocatura di Stato che si sofferma su quale sia il bene tutelato e per il quale i Monopoli di Stato e il Ministero delle politiche giovanili (già attività sportive) sarebbero legittimate a costituirsi Parti civili.

Molto “creativo” l’intervento dell’avvocato Catalanotti per il quale se l’esclusione delle originarie circa trenta parti civili poteva sostenere esigenze di economia processuale, essendone sopravvissute solo sette (le ricorrenti in Cassazione) tale esigenza non sopravviveva: sette parti civili, molto più composte processualmente(!), non sarebbero state “di impaccio”.

L’intervento dell’avvocato Merlini non poteva fare a meno di ricordare come il Bologna Calcio fosse stato danneggiato dagli illeciti vantaggi conseguiti da “altri”.
“Se in una gara di calcio una squadra viene illecitamente favorita, l’altra non può non essere sfavorita (mi ricorda –in termini inversi- la storia dell’alterazione della classifica senza alterare le partite. ndr)”. Qualcuno prima o poi lo dovrà dire ai felsinei che nel 2005 sono andati in B non solo per il pietoso girone di ritorno, ma anche perché hanno dilapidato il vantaggio acquisito nell’andata dello spareggio salvezza…

I pubblici ministeri condividono molte delle argomentazioni esposte dalle parti civili. Con ciò l’ufficio di procura si ritiene coerente con l’impostazione assunta sin dalla fase delle indagini. Il p.m. sollecita il Tribunale di adottare “un provvedimento che non determini la esclusione dal processo delle già costituite parti civili”.

Il Presidente e il collegio si ritirano in camera di consiglio per deliberare.

Rientrato in aula, il Presidente conferma l’esclusione delle parti civili, riunisce la posizione di Dattilo nel procedimento principale.

Le parti escluse chiedono al Presidente di sospendere il processo fino a definizione del ricorso pendente in Cassazione circa l’esclusione. Si associano i p.m..

In questa fase l’avv. Prioreschi (difesa di Moggi) “quotando” il collega Furgiuele, solleva l’insostenibilità della tesi dell’avv. Catalanotti circa la sopportabilità (per l’economia processuale) della presenza delle sette parti civili che hanno presentato ricorso per Cassazione. Come già fatto dall’avv. Furgiuele, Prioreschi ricorda come solo le sentenze possano essere impugnate in Cassazione e non già le ordinanze, che andrebbero impugnate insieme alle sentenze. Ugualmente viene ricordato che nel nostro ordinamento non vi sia alcuna norma positiva che consenta la sospensione del processo per l’impugnazione delle ordinanze.
Teresa Casoria, sempre pressata da esigenze di economia processuale, tira dritto e chiede ai pubblici ministeri e alle parti di avanzare la richiesta dei mezzi di prova.

Per i p.m.:
“La principale fonte di prova è rappresentata dal contenuto di «conversazioni intervenute su utenze fisse o mobili in uso a persone che poi in parte hanno assunto la qualità di sottoposte ad indagine ovvero di imputati» o di persone che non hanno assunto nessuna di dette due qualità.
Le conversazioni sono state registrate dal settembre 2004 al 29 maggio 2005, dall’autorità giudiziaria di Napoli. Ad esse si sono aggiunte le conversazioni acquisite per precedente procedimento dell’A.g. di Torino fra l’agosto ed il novembre del 2004. A queste si aggiungono gli elementi di prova che l’A.g. di Napoli e gli organi di Polizia giudiziaria hanno ritenuto di poter individuare dalle quali si evince come una serie di imputati avessero con costanza usato utenze telefoniche di gestori stranieri, in particolare gestori svizzeri e sloveni.”

Per il p.m. le intercettazioni acquisite (da utenze italiane), insieme alla circostanza del traffico su utenze di gestori stranieri, provano in modo solido le condotte addebitate agli imputati.
Su questo vorrei fare un commento, ma, come direbbe Teresa Casoria, “per motivi di scaramanzia processuale”, mi astengo…

Il pm ritiene di essere in grado di dimostrare che una di quelle utenze straniere (riservatissime!) è con certezza riferibile ad un imputato (Moggi?) e che ci sia stato traffico con altre riservatissime utenze straniere riconducibili ad altri imputati.
Questi collegamenti telefonici (e la riconducibilità agli imputati) è utile per integrare una serie di elementi che non era stato possibile individuare attraverso “le ordinarie operazioni di captazione” (è capzioso… ndr).

Le conversazioni intercettate, facendo supporre “sicuramente” altre conversazioni avvenute su utenze non intercettate, danno la certezza del sodalizio criminoso.
A ciò si aggiunga che grazie “alla esuberanza telefonica dell’imputato Moggi” p.m. e polizia giudiziaria hanno avuto la possibilità di ascoltare non solo una conversazione con l’interlocutore telefonico, ma anche “in ambientale” un’altra conversazione telefonica.

Oggi scopro che Moggi oltre che inopportuno è pure esuberante!

Tra le innumerevoli fonti di prova i p.m. chiedono l’acquisizione della documentazione reperita dalla GdF di Livorno relativa alla stipula di polizze sottoscritte dalla Società Juventus F.C. (nella persona di Antonio Girando) e la compagnia INA Assitalia nella persona dell’agente di Livorno, l’imputato Paolo Bergamo.

Ma non aveva detto che non c’era niente di illegale? Boh!

Tralascio tutte le richieste di acquisizione degli imputati, riporto solo quella dell’avvocato Prioreschi.

L’Avv. Maurilio Prioreschi anticipa due eccezioni di inutilizzabilità relative sia alla richiesta di acquisizione dei tabulati delle SIM di gestori stranieri, sia alle intercettazioni telefoniche.
Per quanto alla inutilizzabilità delle intercettazioni, si anticipa una memoria difensiva e relativi allegati basata sugli argomenti di cui agli artt. 266 e ss. c.p.p. Per l’inutilizzabilità dei tabulati delle SIM straniere, l’eccezione fonda sulgli artt. 191, 696 co 1° e 729 n.1 c.p.p. (sarebbe stata necessaria la rogatoria internazionale).
In subordine all’eccezione di inutilizzabilità delle intercettazioni si richiede la trascrizione integrali di TUTTE le conversazioni intercettate. 171.000 telefonate! Un elenco di 2600 pagine. (Salute! ndr). Qualora il Tribunale non accettasse si presenta un elenco ridotto di solo una parte delle telefonate.
L’avvocato non manca di evidenziare alcune anomalie: con riferimento ad alcuni numeri di utenze molto attive ci sono dei lunghi periodi (giorni, settimane, 10/20 giorni) in cui non si registra traffico telefonico. Si chiede l’acquisizione presso i gestori (italiani) dei tabulati originali relativi a quelle utenze e a quei periodi. Ricorda la circostanza delle intercettazioni di Bergamo dalle quali si evincono le chiamate mancanti effettuate da moRatto a Bergamo («poi vedrete quando faremo le trascrizioni, lui dice alla Fazi, “mi ha chiamato moRatto ha parlato degli arbitri, delle designazioni e quant’altro”…» ). Non si trovano nel materiale messo a disposizione dalla Procura queste telefonate di moRatto e le altre di Facchetti .
Tutto questo è rilevante per la difesa in quanto sono comportamenti speculari a quelli di Moggi, Bergamo informava moRatto (e Facchetti) proprio così come informava Moggi. Per Moggi è frode sportiva e associazione per delinquere e per moRatto, beato lui, non è nulla.

Ulteriormente si pone l’accento su alcuni testi indicati dalla difesa, questi sono: Tronchetti, moRatto, Tavaroli, Cipriani, Buora, Ghioni, Melloni Preatoni. In una contestuale vicenda giudiziaria milanese questi sono accusati di aver pedinato, intercettato e indagato su Moggi (parte lesa in quel procedimento). Ebbene nell’attività di pedinamento, gli spioni del Tiger Team (all’opera per conto di Tronchetti?) per comunicare usavano SIM svizzere! (Narducci o Beatrice interrompe, gli incomincia a bruciare? ndr).

Per la lista testi, apparentemente sovrabbondante (ma si anticipa disponibilità alla riduzione), si sottolinea come essa sia commisurata alle incolpazioni da cui Moggi si deve difendere (già, cosa non ha combinato Big Luciano?). Segue elencazione delle condotte addebitate e che bisogna illuminare nella loro reale consistenza e veridicità.
L’avv. Prioreschi quindi chiede l’ammissione dei testi della difesa, il controesame dei testi dell’accusa, l’esame dei testi delle altre parti e degli altri imputati.
Si riserva produzione documentale.

Dopo le richieste di acquisizione di prove di tutte le altre parti, il Presidente offre possibilità di “disputare” sulle prove proposte. Le difese preferiscono averne prima la disponibilità e scelgono di rimandare alla successiva udienza.

Segue discussione sulla disponibilità delle prove proposte dai p.m. e sulla necessità di garantire una difesa “adeguatamente attrezzata”. Alcune difese chiedono formalmente di avere più di una settimana a disposizione per l’analisi del voluminoso corpo probatorio.

Si contesta da parte delle difese la selezione dei tabulati effettuate dai pubblici ministeri…

Segue piccola caciara…

Raffrontandosi sulla compressione dei lavori del tribunale con gli ulteriori impegni delle difese, l’avv. Trofino(?) esclama: “non dobbiamo salvare l’Italia con il processo a Moggi!”.

Il presidente raccogliendo le difficoltà delle difese, aggiorna il processo al 5 maggio.

Teresa Casoria raccomanda all’Ufficio di Procura di depositare celermente il materiale probatorio per non comprimere le difese e non offrir loro spazio a contestazioni.

Teresa Casoria: “Vabbé, andiamo jà!”.


PMEmail Poster
Top
 
guzer
Inviato il: Martedì, 05-Mag-2009, 18:03
Cita Post


Staff Juveforum
*****

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 4574
Utente Nr.: 77
Nome: Christian Daniele Farina
Data di Nascita: 09/03/1978
Residenza: Carmagnola - To
Iscritto il: 24-Feb-2009



QUOTE
A distanza di tre estati, quella maledetta del 2006, un altro capitolo si sta per chiudere. Favorevolmente. Non entriamo nei particolari del processo, arrivati a questo punto non serve più, quello che deve farci ancora riflettere è come, carte alla mano, la più grande dirigenza sportiva calcistica sia vicina all'assoluzione piena, perché difesa.
Di fronte a questo, apprendiamo che la società Juventus (quella che per le plusvalenze chiese il patteggiamento) ha presentato ricorso d'urgenza all'Alta Corte di Giustizia Sportiva chiedendo la sospensione della decisione relativa alla partita a porte chiuse con il Lecce, in programma il 3 maggio. Per difendere la storia non si mosse un dito, chiudendo anche la porta in faccia a chi, per meriti, quella storia la stava rendendo leggendaria.
Ora, altri, invece, per l'onore stanno per essere assolti, a porte chiuse, mentre quella "difesa", d'urgenza, si batte per una porta da lasciare aperta, dimenticandosi della storia.


questo riassume infatti il perchè siamo incacchiati come bestie!


QUOTE
Il pm ritiene di essere in grado di dimostrare che una di quelle utenze straniere (riservatissime!) è con certezza riferibile ad un imputato (Moggi?) e che ci sia stato traffico con altre riservatissime utenze straniere riconducibili ad altri imputati.
Questi collegamenti telefonici (e la riconducibilità agli imputati) è utile per integrare una serie di elementi che non era stato possibile individuare attraverso “le ordinarie operazioni di captazione” (è capzioso… ndr).


se sono queste le accuse e le strategie......rasenta il ridicolo è insostenibile, come tutto del resto
PMEmail PosterMSN
Top
 
Luca
Inviato il: Martedì, 05-Mag-2009, 18:12
Cita Post


Staff Juveforum
********

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 12173
Utente Nr.: 1
Nome: Luca Del Prete
Data di Nascita: 07/01/1973
Residenza: Faenza (Ra)
Iscritto il: 07-Feb-2009



Calciopoli: testimoni, intercettazione e tabulati, si decide il 15 maggio

17:02 del 05 maggio calciomercato.com

E' attesa per il 15 maggio prossimo la decisione della nona sezione del tribunale di Napoli sull'ammissione delle prove nei confronti dell'ex dg della Juventus Luciano Moggi e degli altri imputati del processo di calciopoli. Il tribunale (presieduto da Teresa Casoria) si è riservato la decisione al termine dell'udienza che è stata interamente dedicata alle richieste dei legali della difesa e dei pm Filippo Beatrice e Giuseppe Narducci riguardanti le prove documentali, le liste dei testimoni, le intercettazioni telefoniche e i tabulati relativi alle schede "sim' straniere che Moggi avrebbe fornito a arbitri e designatori per conversazioni riservate. Gli avvocati degli imputati hanno chiesto l'estromissione dal processo di una lunga serie di elementi che i pm ritengono fondamentali per provare le accuse. In particolare i legali di Moggi (gli avvocati Maurilio Prioreschi e Paolo Trofino) e di diversi altri imputati hanno sostenuto l'inutilizzabilità sia di una lunga serie di intercettazioni telefoniche per carenze di motivazioni dei decreti di autorizzazione, sia dei tabulati delle schede sim in quanto, a loro avviso, l'acquisizione sarebbe avvenuta in assenza di una rogatoria con l'autorità giudiziaria svizzera (le schede furono infatti acquistate a Chiasso).
PMEmail PosterMSN
Top
 
Alexnelcuore
Inviato il: Martedì, 05-Mag-2009, 20:41
Cita Post


Fan Juventino
*

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 583
Utente Nr.: 30
Nome: Angela Butera
Data di Nascita: 19/10/1984
Residenza: Platania(Catanzaro)
Iscritto il: 15-Feb-2009



Questo pocesso mi sà di grande pagliacciata
PMEmail PosterMSN
Top
 
guzer
Inviato il: Mercoledì, 06-Mag-2009, 00:32
Cita Post


Staff Juveforum
*****

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 4574
Utente Nr.: 77
Nome: Christian Daniele Farina
Data di Nascita: 09/03/1978
Residenza: Carmagnola - To
Iscritto il: 24-Feb-2009



speriamo di no, fino sta dimostrando che è una grande pagliacciata tutto quello avvenuto da 3 anni a questa parte ;)
PMEmail PosterMSN
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (4) 1 2 [3] 4  Rispondi al topicInizia nuovo topic Inizia Sondaggio

 



Sign for La Juventus che vogliamo NOI



Link siti amici: Ju29ro Team - Il blog di Stefano Discreti - In Difesa di un Sogno Chiamato Juventus - Venti9 - Juventus Club Lecco - BarzaInter - Scommesse Campionato - Scommesse Champions - AreaGps by Ross

Translation

Italiano English Français Deutsch Português Nederlands Polski Română Slovenščina Српски Российская Español 中國 日本語 العربية

Il Marchio registrato e il logo della Juventus F.C. sono di esclusiva proprietà di Juventus F.C. S.p.A.
Questo sito non è in alcun modo autorizzato e connesso con la Juventus F.C. S.p.A. o al sito ufficiale del club.
Per segnalazioni e contatti scrivere a: juveforum@gmail.com


PageRankTop.com


Sapphire Icicle Skin by Zeppelin