Juveforum

"Da oggi, fino alla fine del mondo, noi che siamo qui verremo ricordati.
Noi pochi fortunati, noi banda di fratelli.
Perché colui che oggi è con me e versa il suo sangue sul campo, colui è mio fratello".
Noi non dimenticheremo MAI!!! Sempre 29





  Rispondi al topicInizia nuovo topic Inizia Sondaggio

> Aia - Si Apre La Lotta Alle Poltrone
 
conte_di_montecristo
Inviato il: Domenica, 22-Feb-2009, 17:02
Cita Post


Juventino Fiero
**

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 1731
Utente Nr.: 53
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 16-Feb-2009





CALCIO - Lanese scalza Collina?
Scritto da redazione
domenica 22 febbraio 2009

(Repubblica.it) - A volte ritornano: fra poco più di due settimane, il 6 marzo a Roma, potrebbe andare in porto la "restaurazione" nel mondo degli arbitri. Proprio così: dopo il terremoto di Calciopoli, ecco che Tullio Lanese e i suoi uomini si stanno riaffacciando con forza nell'Aia, associazione italiana arbitri . L'attuale presidente, Cesare Gussoni, ha fatto bene in questi ultimi anni (è stato eletto il 25 novembre 2006) ma non ha alcuna intenzione a ricandidarsi. Perché? Perché non vuole entrare in una lotta di potere, e di poltrone, che non gli appartiene.
In pista quindi restano in due: Marcello Nicchi e Matteo Apricena. Nicchi, ex arbitro di Arezzo, non è un nome nuovo: ci aveva provato tre anni fa, ora può contare su una solida cordata di cui fanno parte Alfredino Trentalange (candidato alla presidenza del Settore Tecnico), D'Elia e i Paparesta (padre e figlio, avvelenatissimo quest'ultimo per essere stato fatto fuori da Gussoni e Collina). Secondo candidato: Matteo Apricena, invece, è sbucato a sorpresa. Fiorentino, 50 anni, si è dovuto dimettere dalla carica di designatore della D (lui voleva solo autosospendersi ma Abete non glielo ha consentito). Nella sua cordata c'è Maurizio Mattei, candidato al Settore Tecnico e attuale sostituto di Apricena come designatore della D; ma sopratutto ci sono tantissimi uomini legati all'ex numero 1 degli arbitri, Tullio Lanese. Dal siciliano Ingargiola (esilaranti le sue intercettazioni dopo Reggina-Juventus...), a Lascioli, presidente commissione appello Aia, e all'avvocato Giuseppe Napoli, ex arbitro e legale dello stesso Lanese. L'ex presidente Aia è stato condannato dalla Corte Federale a due anni e sei mesi, pena diminuita dalla Camera di conciliazione ad un solo anno (e già scontata). Ma Lanese è anche rinviato a giudizio a Napoli: ha chiesto il rito abbreviato, come Giraudo ed altri, e aspetta la sentenza verso maggio-giugno di quest'anno. Intanto piazza i suoi uomini nella cordata-Apricena. Con l'ex designatore della D pare ci sia anche Carlo Tavecchio, potentissimo presidente della Lega Dilettanti, mentre si è candidato, per il settore tecnico, Stefano Tedeschi, pupillo di Gigi Agnolin, e che nel dicembre 2005 si dimise da designatore della A-B. Con Apricena, candidato al comitato nazionale dell'Aia, l'organo di governo degli arbitri, inoltre c'è pure Filippo Antonio Capellupo, ex presidente del comitato calabrese. Capellupo è stato deferito alla Commissione disciplinare da Palazzi "per avere stipulato una convenzione - si legge in una nota - con un operatore telefonico (la Wind, ndr) per la fornitura di beni e servizi, senza la preventiva autorizzazione del competente organo federale, nonché per avere violato i principi di correttezza e probità nella fase costitutiva ed esecutiva del rapporto contrattuale instaurato, omettendo di effettuare i doverosi controlli sulla sua pratica attuazione". Risultato? Il processo a Capellupo è stato rinviato al 19 marzo, dopo l'elezione-Aia. Complimenti. Ma poteva candidarsi, pur essendo deferito? Chissà. Intanto, nessuno due rivali fa conoscere un minimo di programma, niente di niente: solo la spartizione di poltrone.
Nessuno fa sapere se, vincendo, è intenzionato a proseguire con il designatore Pierluigi Collina, o se ci metterà un amico suo. Incredibile: se Collina è una risorsa per il calcio (e lo è, e ha diritto a concludere il suo lavoro senza interromperlo a metà), allora si dica chiaramente cosa si vuole fare. C'è anche il rischio, a questo punto, che Collina decida di mollare tutto. Ipotesi quasi certa se dovesse vincere la cordata Apricena-Lanese. Tutto questo sta bene ad Abete? D'accordo che l'Aia è autonoma ma i soldi da dove arrivano? E che succederebbe se, litigando, il governo degli arbitri non fosse in grado di governare? C'è già qualcuno che pensa al commissario (Gussoni?): ma intanto vediamo che succede il prossimo sei marzo.

PMEmail Poster
Top
 
conte_di_montecristo
Inviato il: Venerdì, 27-Feb-2009, 09:15
Cita Post


Juventino Fiero
**

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 1731
Utente Nr.: 53
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 16-Feb-2009




tanto chiunque dovesse vincere non credo cambi nulla...

CALCIO - Arbitri la volata Nicchi-Apicena

Scritto da redazione
giovedì 26 febbraio 2009

Un sondaggio: trenta voti di vantaggio per Matteo Apricena. Un altro sondaggio: Marcello Nicchi ha un margine di 50 preferenze. A pochi giorni dalle elezioni dell'Aia, associazione italiana arbitri, i due rivali si stanno contendendo gli ultimi voti per succedere a Cesare Gussoni. Uno per uno. Regione per Regione.
Il sei marzo si va alle urne, appuntamento a Fiumicino: votano in 300. Con grande preoccupazione da parte di Figc e di alcuni club che temono che nel mondo degli arbitri possa soffiare il vento della Restaurazione . Con la presa di potere di uomini che hanno avuto un ruolo importante in Calciopoli. Con il rischio che a giugno si possa concludere la parabola di Pierluigi Collina: chi verrebbe al suo posto? Non si sa.

I due rivali per ora tacciono: non hanno nemmeno presentato un programma. Niente. Tacciono e intanto cercano le ultime alleanze. Dietro Apricena, ci sono i fedelissimi di Tullio Lanese, ex designatore squalificato per Calciopoli (pena scontata) e in attesa di sapere che succederà a Napoli. C'è l'avvocato di Lanese, Giuseppe Napoli. C'è Maurizio Lascioli, presidente commissione appello Aia. C'è Stefano Tedeschi, ex designatore della Serie A-B per un breve periodo. C'è il mitico Pietro Ingargiola, fedelissimo di Lanese: vota per la sezione di Marsala.

C'è anche Pippo Capellupo, di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi. Antonio Capellupo è in attesa di essere giudicato per aver "aver stipulato una convenzione con la Wind senza la preventiva autorizzazione, omettendo di effettuare i doverosi controlli..."

Capellupo fa parte del Comitato Nazionale e soprattutto della cordata-Apricena: il suo processo è stato rinviato al 19 marzo, dopo le elezioni-Aia. Intanto suo cognato, Orlando Bombardieri, è stato assolto ieri in appello, per prescrizione, dal vice di Lascioli: in primo grado gli avevano addirittura ritirato la tessera perché quando era presidente del Cra Calabrese nel 2002 si era tenuto 125.000 euro anziché versarli nelle casse dell'associazione.

Che aveva fatto di quella cifra? Aveva acquistato beni personali per sé e per la figlia (televisori, computer, eccetera). Condannato il 9 giugno 2008 dal tribunale civile di Catanzaro al risarcimento (per una cifra complessiva superiore ai 150.000 euro, comprese le spese legali) con sentenza passata in giudicato, ecco che Bombardieri era stato condannato in primo grado al massimo della pena, il ritiro tessera appunto, e poi assolto per prescrizione dalla cosidetta giustizia sportiva. Processo tenuto proprio a pochi giorni dalle elezioni-Aia: strano, no? E guarda caso la disciplinare d'appello era presieduta da Giovanni Boldrini, vice di Lascioli che fa parte della stessa cordata di Bombardieri-Capellupo-Apricena. Giancarlo Abete assiste a tutto questo. Impotente. L'Aia d'altronde è autonoma. Nel bene e nel male.

(repubblica.it)
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv








Nome:
Data di Nascita:
Residenza:






Top
 
Lele
Inviato il: Venerdì, 27-Feb-2009, 15:29
Cita Post


Gobbo Supremo
********

Gruppo: Gufi & Stregoni
Messaggi: 9207
Utente Nr.: 32
Nome: Gabriel Adriano
Data di Nascita: 03/10/1970
Residenza: Santo Domingo (Rep.Dom)
Iscritto il: 15-Feb-2009



anzi peggiora.
PMEmail PosterIntegrity Messenger IMMSN
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Rispondi al topicInizia nuovo topic Inizia Sondaggio

 



Sign for La Juventus che vogliamo NOI



Link siti amici: Ju29ro Team - Il blog di Stefano Discreti - In Difesa di un Sogno Chiamato Juventus - Venti9 - Juventus Club Lecco - BarzaInter - Scommesse Campionato - Scommesse Champions - AreaGps by Ross

Translation

Italiano English Français Deutsch Português Nederlands Polski Română Slovenščina Српски Российская Español 中國 日本語 العربية

Il Marchio registrato e il logo della Juventus F.C. sono di esclusiva proprietà di Juventus F.C. S.p.A.
Questo sito non è in alcun modo autorizzato e connesso con la Juventus F.C. S.p.A. o al sito ufficiale del club.
Per segnalazioni e contatti scrivere a: juveforum@gmail.com


PageRankTop.com


Sapphire Icicle Skin by Zeppelin