Juveforum

"Da oggi, fino alla fine del mondo, noi che siamo qui verremo ricordati.
Noi pochi fortunati, noi banda di fratelli.
Perché colui che oggi è con me e versa il suo sangue sul campo, colui è mio fratello".
Noi non dimenticheremo MAI!!! Sempre 29





  Rispondi al topicInizia nuovo topic Inizia Sondaggio

> Influenza Suina, L'oms Alza L'allerta, "Italia pronta all'epidemia"
 
eldavidinho94
Inviato il: Mercoledì, 29-Apr-2009, 17:12
Cita Post


Gobbo Intoccabile
*******

Gruppo: Scout-Reporter
Messaggi: 7353
Utente Nr.: 36
Nome: Davide Peschechera
Data di Nascita: 27/02/1994
Residenza: Barletta
Iscritto il: 15-Feb-2009



Influenza suina, l'Oms alza l'allerta
"Italia pronta all'epidemia"


L'influenza suina si estende a macchia d'olio e fa sempre più paura. "Ci stiamo avvicinando alla fase di allerta 5", ha affermato Keiji Fukuda, vicedirettore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, in una conferenza telefonica dal quartier generale di Ginevra. L'Oms dunque potrebbe alzare il livello d'allerta, passando dall'attuale fase 4 a 5. La misura sarà attuata non appena stabilito che l'infezione ha attecchito in almeno due Paesi, ha spiegato Fukuda, sottolineando che si sta monitorando attentamente la situazione.
Intanto oggi il virus ha varcato anche i confini della Germania. Lo ha reso noto il ministero della sanità del Land della Baviera, sottolineando che nel Paese è stato accertato il primo caso di inflienza derivata dai maiali. Si tratta del terzo Paese europeo, dopo Spagna e Gran Bretagna, a denunciare casi di febbre suina: in totale cinque persone, tutti però con sintomi lievi. E l’Oms farà il punto oggi sull’evoluzione della crisi dell’influenza suina nel mondo con degli esperti dei Paesi colpiti dal virus.

Italia pronta all'emergenza - Nessuna preoccupazione per la febbre suina, anche se a breve arriveranno molto probabilmente casi anche in Italia. È questa l'opinione del sottosegretario alla Salute, Ferruccio Fazio, che a margine di un convegno a Roma spiega: "Ci attendiamo a brevissimo i primi casi anche in Italia, è verosimile pensarlo, ma siamo tranquilli perché abbiamo visto come è l'evoluzione clinica negli altri Paesi". Intanto, dopo la smentita della autorità sanitarie sugli undici casi sospetti in Italia fino a martedì, sembra essere arrivato a un chiarimento anche quello relativo a un paziente lodigiano, rientrato dalla California con febbre alta e problemi respiratori. Le analisi sui campioni biologici prelevati all'uomo presso il laboratorio di virologia del Policlinico San Matteo di Pavia avrebbero sancito che l'infezione è sostenuta da un virus influenzale H1N1, ma non dello stesso tipo di quello che sta circolando in Messico.
L'istituto di malattie infettive sta studiando al momento anche i casi di altri tre pazienti lodigiani.

Messico, 7 morti accertate - Sono sette i decessi accertati causate dal virus dell'influenza suina: le autorità locali hanno rivisto drasticamente il bilancio delle vittime del virus che fino a poco prima era stato fissato a 20. È invece aumentato il numero delle morti "probabilmente" causate dall'influenza: il ministro della Sanità Jose Angel Cordova ha stimato un nuovo bilancio di 159 decessi, sette in più rispetto alla valutazione fatta in precedenza. In totale 1.311 persone sono in ospedale dopo aver manifestato i sintomi della malattia. Cordova ha detto che sono stati gli ulteriori, piu' approfonditi test condotti sulle vittime a spingere rivedere il bilancio. Intanto il governo messicano ha deciso di chiudere tutti i siti archeologici del Paese al pubblico "fino a nuovo ordine" e "conformemente alle disposizioni sanitarie federali", a causa del rischio di contagio della nuova influenza. Lo hanno annunciato oggi il Consiglio nazionale per la Cultura e le Arti e l'Istituto nazionale di Antropologia e Storia del Messico.

Primo morto negli Stati Uniti - Un bimbo di 23 mesi morto in Texas è la prima vittima accertata negli Usa e la prima fuori dal Messico. Il sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio: "Ci attendiamo a brevissimo i primi casi anche in Italia, è verosimile pensarlo visto che abbiamo molti turisti rientrati dall'estero, ma siamo tranquilli perché abbiamo visto come è l'evoluzione clinica negli altri Paesi. Virus meno aggressivo di normale influenza stagionale". Intanto in Messico chiusi tutti i siti archeologici. Le autorità sanitarie confermano sette morti per il virus ma fanno analisi su oltre 159 decessi. In Baviera confermati i primi tre casi tedeschi.

Stato di allerta a Cuba - E anche Cuba ha decretato ieri sera lo stato di allerta in tutto il Paese per prevenire il contagio della nuova influenza. Lo ha riportato la tv cubana. Sull'isola al momento non sono stati segnalati casi sospetti, ma sono state rafforzate le misure di prevenzione. L'Avana ha cancellato ieri per almeno 48 ore tutti i voli da e per il Messico.

Fracia: bloccare i voli - Anche la Francia entra le 'mirino' della febbre suina. I due casi di influenza da suini sotto osservazione nel Paese, infatti, sono "fortemente sospetti", ha spiegato Francoise Weber, direttrice dell'istituto di vigilanza sanitaria, all'uscita da una riunione all'Eliseo. Si tratta di due persone rientrate dal Messico e residenti nella regione di Parigi. Il governo francese, a questo punto, sarebbe intenzionato a bloccare i voli per il Messico.

La febbre suina nel mondo - Di seguito i casi di febbre suina finora accertati. Stati Uniti: 65 casi confermati in sei Stati; in California le autorità indagano su un decesso che avrebbe potuto esser causato dal virus, l’unico caso mortale fuori dal Messico. Canada: 13 i casi accertati in quattro Stati. Costarica: un caso accertato, il primo nell’America centrale. Gran Bretagna: due casi accertati in Scozia, altre sette persone entrate in contatto con loro avrebbero sviluppato lievi sintomi. Spagna: due casi accertati, altri 32 oggetto di analisi. Israele: due i casi accertati, i primi in Medio Oriente; la nipote di 5 anni di uno dei pazienti è stata posta sotto osservazione. Nuova Zelanda: 14 casi accertati, altri 44 casi sono oggetto di analisi. Australia: un centinaio di casi potenziali, tra cui alcuni bambini; almeno cinque persone risultano portatrici di un virus di tipo A. Francia: 20 i casi sospetti oggetto di analisi, nessuno con sintomi gravi. Germania: un caso accertato, uno sospetto. Austria: un caso «probabile» di un turista di ritorno dal Messico. Svizzera: cinque casi sospetti fra turisti di ritorno dal Messico. Irlanda: quattro casi sospetti. Polonia: tre casi sospetti fra turisti di ritorno dal Messico. Danimarca: cinque casi sospetti tra turisti di ritorno dal Messico e dal sud degli Stati Uniti. Svezia: almeno cinque i casi sospetti. Olanda: «qualche caso sospetto», senza che sia stato precisato il numero. Cile: 24 casi sospetti, tutti in osservazione. Colombia: 42 persone tornate dal Messico poste sotto osservazione, Brasile: 20 persone sotto osservazione, anche se le autorità non ne considerano nessuno come sospetto. Corea del sud: nove casi sospetti oltre a uno classificato come probabile. Hong Kong: quattro casi sospetti. Thailandia: un caso sospetto di una turista rientrata da un viaggio in Messico e California.

Libero news

PMEmail PosterYahooMSN
Top
 
gabriele
Inviato il: Mercoledì, 29-Apr-2009, 17:33
Cita Post


Esperto Juventino
***

Gruppo: Gufi & Stregoni
Messaggi: 2474
Utente Nr.: 50
Nome: Gabriele Barrasso
Data di Nascita: 15/07/1965
Residenza: Grottaminarda ( AV )
Iscritto il: 16-Feb-2009



Mi sembra tanto la stessa storia che avemmo alcuni anni fa con l'influenza aviaria,con l'allarme di una pandemia, però , dopo che le case farmaceutiche vendettero il vaccino , già pronto ( che tempismo )non si parlò più dell'aviaria.
Anche adesso il vaccino è già bello e pronto, a me la cosa puzza ( non di maiale ) ma di grossi affari per le case farmaceutiche.
La prossima volta a chi toccherà ? alle pecore ?
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv








Nome:
Data di Nascita:
Residenza:






Top
 
alessandro magno
Inviato il: Mercoledì, 29-Apr-2009, 21:43
Cita Post


Staff Juveforum
Group Icon

Gruppo: Assistente
Messaggi: 4548
Utente Nr.: 5
Nome:
Data di Nascita:
Residenza:
Iscritto il: 08-Feb-2009



QUOTE (gabriele @ Mercoledì, 29-Apr-2009, 18:33)
Mi sembra tanto la stessa storia che avemmo alcuni anni fa con l'influenza aviaria,con l'allarme di una pandemia, però , dopo che le case farmaceutiche vendettero il vaccino , già pronto ( che tempismo )non si parlò più dell'aviaria.
Anche adesso il vaccino è già bello e pronto, a me la cosa puzza ( non di maiale ) ma di grossi affari per le case farmaceutiche.
La prossima volta a chi toccherà ? alle pecore ?

sui vaccini non so che dire ma sul fatto che si stà creando una psicosi mi pare assodato. in fondo ci sono solo 7 casi accertati tutte le altre morti sono sospette.
PMEmail Poster
Top
 
maurizio
Inviato il: Giovedì, 30-Apr-2009, 13:15
Cita Post


Juventino Fiero
Group Icon

Gruppo: Gobbo del Mese
Messaggi: 1768
Utente Nr.: 38
Nome: maurizio orani
Data di Nascita:
Residenza: cagliari
Iscritto il: 16-Feb-2009



ora al tg. hanno detto: che ci saranno gli stessi morti. di una qualsiasi influenza..
per x me. meglio nn sottovalutare il virus..
PMEmail Poster
Top
 
eldavidinho94
Inviato il: Sabato, 02-Mag-2009, 08:58
Cita Post


Gobbo Intoccabile
*******

Gruppo: Scout-Reporter
Messaggi: 7353
Utente Nr.: 36
Nome: Davide Peschechera
Data di Nascita: 27/02/1994
Residenza: Barletta
Iscritto il: 15-Feb-2009



Anche io sono combattuto sulla gravita dell'influenza
mai prendere sotto gamba queste cose
ma ogni volta se ne fa veramente una baraonda

restare in allerta, fare attenzione
ma senza esagerare!
PMEmail PosterYahooMSN
Top
 
eldavidinho94
Inviato il: Giovedì, 07-Mag-2009, 19:05
Cita Post


Gobbo Intoccabile
*******

Gruppo: Scout-Reporter
Messaggi: 7353
Utente Nr.: 36
Nome: Davide Peschechera
Data di Nascita: 27/02/1994
Residenza: Barletta
Iscritto il: 15-Feb-2009



ci sono stati i primi 5 casi in italia...
PMEmail PosterYahooMSN
Top
 
eldavidinho94
Inviato il: Mercoledì, 13-Mag-2009, 14:40
Cita Post


Gobbo Intoccabile
*******

Gruppo: Scout-Reporter
Messaggi: 7353
Utente Nr.: 36
Nome: Davide Peschechera
Data di Nascita: 27/02/1994
Residenza: Barletta
Iscritto il: 15-Feb-2009



Influenza A, esperto: virus nato
in laboratorio per errore, Oms indaga
Ilaria Capua: non è bioterrorismo. Caso in Cina. Contagi
in Turchia. Nazionale femminile giapponese annulla tournee


ROMA (13 maggio) – Potrebbe essere stato un errore umano a far nascere in laboratorio il virus della nuova influenza. E' la tesi di un ricercatore australiano Adrian Gibbs, uno dei “padri” dell'antivirale oseltamivir, in un articolo che ha inviato all'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e ai Centri statunitensi per il controllo delle malattie (Cdc), e del quale ha annunciato l'imminente pubblicazione.

Un'ipotesi, a quanto si apprende, sulla quale l'Oms sta indagando e si sta confrontando in questi giorni con gli esperti internazionali di virologia umana e animale. Hanno ricevuto copia dell'articolo anche gli esperti internazionali della Fao e dell'Organizzazione internazionale per la salute animale (Oie). Secondo Gibbs le caratteristiche genetiche del virus A/H1N1 sono tali da far supporre che sia stato coltivato nelle uova. Queste ultime sono largamente utilizzate nei laboratori sia per coltivare i virus sia per coltivare i vaccini. In passato, nel 1977, un virus influenzale del tipo H1N1 era stato prodotto per errore per la cattiva gestione di un laboratorio in Russia.

La virologa: non è bioterrorismo. Che il virus della nuova influenza A/H1N1 sia nato per errore in un laboratorio è al momento «un'ipotesi non sostenuta da dati sufficienti», intanto però gli esperti sono concordi nel dire «manipolazione non vuol dire bioterrorismo». La virologa Ilaria Capua, direttrice del Centro di riferimento della Fao e dell'Oie per l'aviaria presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, è fra gli esperti internazionali interpellati in questi giorni dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), «Preavvertita dell'uscita dell'articolo di Adrian Gibbs, l'Oms ci ha radunato in una teleconferenza - ha detto Capua all'Ansa - e ieri abbiamo prodotto un dossier nel quale, anche partendo da punti di osservazione diversi, giungiamo alla conclusione che comunque manipolazione non vuol dire bioterrorismo». Vale a dire che, nel caso remoto in cui fosse confermata l'ipotesi secondo la quale il virus sarebbe stato coltivato in sistemi di laboratorio, potrebbe essersi trattato di un virus che si voleva utilizzare come vaccino per gli animali e che per questo ha fatto più passaggi in laboratorio. «In ogni caso - ha osservato - tutti gli esperti interpellati si sono mostrati concordi nel dire che non c'è un insieme di dati sufficienti per sostenere l'ipotesi che il virus della nuova influenza sia nato in laboratorio». Questa resta quindi una teoria come ce ne sono molte altre. La più probabile è che il virus si sia generato in natura come tutti i virus influenzali. Comunque l'attenzione degli esperti resta alta. E per capirne di più, si stanno invitando i virologi a immettere nuovi dati nella Gisaid (The Global Initiative on Sharing All Influenza Data), la banca dati pubblica voluta dalla stessa Capua e che ha permesso in un tempo brevissimo di ricostruire sia la mappa genetica del virus A/H1N1, sia di identificare i farmaci antivirali ai quali è sensibile.

Secondo caso in CIna. Un secondo caso di nuova influenza è stato scoperto in Cina. Lo affermano i mezzi d'informazione cinesi. Il paziente, uno studente di 19 anni appena rientrato dal Canada, è stato definito un «sospetto positivo» dalle autorità sanitarie della provincia dello Shandong, dove è ricoverato in un reparto speciale dell'ospedale di Jinan, la capitale provinciale. Il primo caso si è verificato nella provincia del Sichuan. In precedenza, un paziente era risultato positivo al virus della nuova influenza ad Hong Kong, una Speciale regione amministrativa della Cina che gestisce in modo indipendente il suo servizio sanitario.

Primi casi sospetti in Turchia. Primi due casi sospetti di nuova influenza in Turchia: si tratta di un cittadino coreano sbarcato ieri pomeriggio all'aeroporto di Istanbul da un velivolo dell'Air France proveniente da Parigi e di una donna turca con cittadinanza Usa arrivata una settimana fa da New York. Il primo caso è reso noto dal quotidiano Yeni Safak mentre il secondo dal giornale Vatan. Il cittadino coreano è stato individuato dai sanitari dell'aeroscalo quando è passato davanti ad una telecamera termica e la sua temperatura corporea è risultata di quasi 39 gradi centigradi. L'uomo è stato posto in quarantena nell'ospedale Haseki della metropoli turca per essere sottoposto ad accertamenti medici. Nello stesso ospedale è ricoverata anche la donna. Secondo i primi risultati dei controlli effettuati su di lei, precisa Vatan, non sarebbe stato trovato il virus H1N1 ma la donna resta in osservazione. Frattanto, per evitare l'insorgenza di un'epidemia, il ministero della salute turco ha deciso ieri di dotare di telecamere termiche - oltre a porti ed aeroporti con arrivi internazionali - anche sei posti di frontiera. Le telecamere - come riferisce sempre Yeni Safak - saranno installate entro una settimana agli ingressi di confine di Kapikule (Bulgaria), Habur(Iraq), Cilvegozu (Siria), Sarp (Georgia), Gurbulak (Iran) e Ipsala (Grecia).

I casi. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha oggi reso noto che nell'Unione Europea, più la Norvegia e la Svizzera, sono già stati confermati 217 casi di nuova influenza, mentre nel mondo i casi sono almeno 5.718. Per quanto riguarda i dati europei, al momento questo è il quadro epidemiologico: 100 casi in Spagna, 68 nel Regno Unito, 13 in Francia, 12 in Germania, nove in Italia, tre in Olanda, due in Norvegia, due in Svezia, e uno rispettivamente in Austria, Danimarca, Irlanda, Polonia, Portogallo e Svizzera.

Annullata tournee calcio femminile. La Federcalcio giapponese (Jfa) ha annullato una tournee della Nazionale femminile in Nordamerica a causa dell'epidemia di nuova influenza. La Jfa ha detto oggi alla Reuters di aver rinunciato alle amichevoli contro Stati Uniti e Canada in programma nella seconda metà del mese e di averne dato comunicazione alle competenti autorità dei due Paesi. È il primo viaggio all'estero annullato dalla Federcalcio giapponese a causa dei timori per il contagio da virus A/H5N1. La Nazionale femminile giapponese avrebbe dovuto giocare in Texas il 20 maggio e cinque giorni più tardi a Toronto.

PMEmail PosterYahooMSN
Top
 
juventinadelsud
Inviato il: Mercoledì, 13-Mag-2009, 15:41
Cita Post


Esperto Juventino
***

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 2239
Utente Nr.: 27
Nome: Rosamaria Nigrelli
Data di Nascita: 12/10/1983
Residenza: Palerrmo
Iscritto il: 15-Feb-2009



mai nulla è da sottovalutare ma come in tutti gli attachi virali o batteriologici seri prima di trovare una cura o un vaccino passano lunghi periodi di ricerca (aids,malaria,tubercolosi,tifo, forme virali di tumori)mentre come dice gabriele aviaria, influena suina hanno gia il vaccino bello e pronto e improvvisamente dopo una vaccinazione di massa nessuno parla piu della malattia cosi come è scomparsa la mucca pazza,l'aviaria etc!ora siamo ai maiali apro una scommessa su quale sarà il prossimo animale imputato
PMEmail PosterMSN
Top
 
Alexnelcuore
Inviato il: Mercoledì, 13-Mag-2009, 17:59
Cita Post


Fan Juventino
*

Gruppo: Tifoso Goeba
Messaggi: 583
Utente Nr.: 30
Nome: Angela Butera
Data di Nascita: 19/10/1984
Residenza: Platania(Catanzaro)
Iscritto il: 15-Feb-2009



QUOTE (juventinadelsud @ Mercoledì, 13-Mag-2009, 16:41)
mai nulla è da sottovalutare ma come in tutti gli attachi virali o batteriologici seri prima di trovare una cura o un vaccino passano lunghi periodi di ricerca (aids,malaria,tubercolosi,tifo, forme virali di tumori)mentre come dice gabriele aviaria, influena suina hanno gia il vaccino bello e pronto e improvvisamente dopo una vaccinazione di massa nessuno parla piu della malattia cosi come è scomparsa la mucca pazza,l'aviaria etc!ora siamo ai maiali apro una scommessa su quale sarà il prossimo animale imputato

:applausi: il prossimo animale sarà il coniglio :ridere: :ridere:

Messaggio modificato da Alexnelcuore il Mercoledì, 13-Mag-2009, 18:00
PMEmail PosterMSN
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Rispondi al topicInizia nuovo topic Inizia Sondaggio

 



Sign for La Juventus che vogliamo NOI



Link siti amici: Ju29ro Team - Il blog di Stefano Discreti - In Difesa di un Sogno Chiamato Juventus - Venti9 - Juventus Club Lecco - BarzaInter - Scommesse Campionato - Scommesse Champions - AreaGps by Ross

Translation

Italiano English Français Deutsch Português Nederlands Polski Română Slovenščina Српски Российская Español 中國 日本語 العربية

Il Marchio registrato e il logo della Juventus F.C. sono di esclusiva proprietà di Juventus F.C. S.p.A.
Questo sito non è in alcun modo autorizzato e connesso con la Juventus F.C. S.p.A. o al sito ufficiale del club.
Per segnalazioni e contatti scrivere a: juveforum@gmail.com


PageRankTop.com


Sapphire Icicle Skin by Zeppelin